A.L.I.C.E. onlus
blog & news

Maggio: mese della prevenzione

Proseguono le giornate di screening organizzate da ALICe Onlus VDA nell’ambito dell’iniziativa “Maggio: mese della prevenzione dell’Ictus”.
Per Domenica 14 Giugno è stata organizzata un’altra sessione per soddisfare le numerose richieste da parte dei cittadini di adesione allo screening. Come per le due precedenti giornate anche per questa i volontari dell’associazione eseguiranno la misurazione della pressione, glicemia e colesterolo, lo screening della fibrillazione atriale e il questionario per il calcolo del rischio di ictus cerebrale. Terminano il percorso l’esecuzione dell’ecodoppler per lo screening della placca carotidea e il colloquio con i consigli del medico esperto in prevenzione. 
Le 52 persone prenotate saranno sottoposte a 350 prestazioni offerte tutte in modo assolutamente gratuito da parte dell’associazione o in cambio di un’offerta da parte degli aderenti. I proventi della giornata saranno utilizzati per finanziare le attività e le iniziative dell’associazione, spiega il dr. Giuseppe D’Alessandro, medico neurologo e fondatore dell’associazione. Oltre alle giornate della prevenzione del mese di Maggio sono previsti altri momenti di incontro con la popolazione, quali gli screening in programma presso la farmacia comunale di Corso Battaglione ad Aosta o nei vari comuni della regione, organizzati su iniziativa del direttivo e della presidente di ALICe, sig.ra Lorella Zani, in collaborazione con i volontari del soccorso di Chatillon.
Nell’ambito della fortunata iniziativa “Aperitivi Scientifici” a cui hanno partecipato alcune centinaia di persone, per una media ad incontro di 50-60 partecipanti, sono previsti per il 9 e il 16 Giugno altri due appuntamenti, il primo dedicato alle manovre di primo soccorso e il secondo alle cure domiciliari per pazienti affetti da patologie croniche.




Un bilancio estremamente positivo, spiegano D’Alessandro e Zani. ALICe è nata nel 1997 e nel corso degli anni è riuscita ad entrare nel cuore dei valdostani. Ben lungi dal voler fare un bilancio ma soltanto a livello informativo, perché i nostri sostenitori sappiano come vengono utilizzate le risorse associative, in questi 18 anni di attività i soci sono stati circa 3000 e quelli attivi annuali, cioè in regola con le quote associative nei 3 anni precedenti, circa 300. Altrettante persone hanno devoluto all’associazione offerte e il 5 x 1000. Quasi 15000 persone esaminate per un totale di circa 50000 prestazioni erogate in 18 anni di attività. Tutto questo grazie all'attività volontaria e spontanea dei sostenitori di ALICe. Nelle foto due giovani volontarie figlie d'arte, riprese intente nella loro attività durante la manifestazione di Domenica 24 maggio: qui a sinistra,  Francesca Deregibus (Zani), una giovane veterana che ha partecipato "spontaneamente" a diverse campagne di prevenzione e sensibilizzazione;  a destra, Rossella D'Alessandro, ultima new entry.